Agghiacciante

Buongiorno,

"agghiacciante" è l'aggettivo utilizzato dal segretario del PD Bersani per commentare l'annunciato ritorno dell'eterno frainteso Silvio Berlusconi nella lista dei candidati alla prossima presidenza del Consiglio.

La prima notizia è che sono completamente in sintonia con Bersani: anche io considero agghiacciante la prospettiva di vedere ancora Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi, e anche il solo fatto di essere ancora qui a parlare di Forza Italia.


La seconda notizia è che però trovo ancora più aggiacciante il fatto che l'opposizione a Silvio Berlusconi, dimostratosi un Presidente del Consiglio indecente, non abbia elaborato alcuna ricetta diversa da quella già rivelatasi straperdente nelle elezioni predcedenti. 

E in questo ci metto tutti i partiti, con l'eccezione dell'UdC (che però non considero opposizione, chiunque sia al governo: potrà forse essere moderatamente all'opposizione al governo, ma premuandosi di essere alleato nelle ammnistrazioni locali e viceversa) e del M5S.

Poichè non penso che i Grillini siano realisticamente in grado di arrivare al governo alle prossime elezioni prepariamoci ad essere agghiacciati.

Ciao

Paolo


5 commenti:

MS ha detto...

Vero che:
- gli italiani soffrono di una memoria politica cortissima;
- Berlusconi dispone di un massiccio arsenale per catalizzare il processo di smemorizzazione dell'elettorato (si legga pulizia della propria immagine).

Ritengo comunque che se le elezioni avverranno tra troppo poco tempo, ci sara' un autogol del PdL.

Oggi mi pare che l'idea comune sia "Monti il cattivone e' arrivato per causa del pessimo Berlusconi". Trasformare questo pensiero non sara' strategicamente banale, ma e' una sfida (di marketing) politicamente interessante.

Staremo a vedere.

Ciao,
MS

PaoloVE ha detto...

@ MS:

non è assolutamente vero che gli italiani soffrano di una memeoria politica cortissima: tu prova a bollare uno come comunista e tutti si ricorderanno che quel trunariciuto non va votato. Amen.

:-)

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

Buondi,
B. torna in campo per salvare quella che una volta era un traghetto e che ormai assomiglia sampre più ad un barcone di clandestini. Sa bene che se non si ri-ri-ri-ri-presentasse difficilmente l'elettorato di fans, che ancora crede aglia asini che volano e vota a destra, riuscirebbe a trovare coraggio e stomaco a votare un personaggio come Alfano con tutto il solito codazzo (La Russa, Santanche, Verdini, Gasparri, Brunetta, Sacconi etc, etc.) al seguito di gente che da 20 e più anni non vuol decidersi - per il bene di tutti noi - ad estinguersi. Da notare che buona parte del blocco che ha seguito B. sono in buona parte tutti ex socialisti seconde e terze file negli anni di mani pulite. Gente che è passata indenne da tangentopoli e che è riuscita a riciclarsi nelle file nella Forza Italia che ora il nostro "eroe" simil Schettino vorrebbe riesumare.

Dall' altra parte io capisco Tommaso e NUCS come altri che sostengono che Bersani sia il meno peggio - lo penso anch'io - che almeno all'interno ci sia uno straccio di dibattito. Io noto che purtroppo il PD non è fatto di soli Bersani e quando devi elaborare delle proposte così come se sei chiamato a governare, devi fare i conti con gente come Fioroni, Letta, D'Alema, Veltroni, Violante, Bindi (vedi le ultime polemiche) e molti altri gente che in pratica farebbe fare la fine all'esperienza di CSX al governo allo stesso modo di Mastella. Se non si riesce a mettersi d'accordo su una cosa di sinistra come concedere un minimo di diritti civili ai LGT tanto per non fare dispetto a PerFurby e al Vaticano, che razza di partito laico è?
Si può criticare Beppe Grillo e le sue prese di posizioni sul tema dei diritti civili, ma il comico è uno solo. Sono convinto che gli aderenti al M5S siano assai più avanti di lui su questo tema.

MS ha detto...

Ma questa non e' memoria politica. Semplicemente gli anziani[1] credono ai fantasmi. E' in politica spesso si sventola il pericolo dell'ignoto.
E' sicuramente lo strumento di richiamo piu' primitivo e rozzo che conosca, ma
perche' non utilizzarlo finche' c'e' una grossa fetta di elettorato rozza e primitiva?
Ovviamente nell'analisi sto sopravvalutando il politico medio, poiche' ho ipotizzato cha abbia un ventaglio strategico nel quale scegliere.

Oddio, mi sembra di analizzare la Lega e il suo elettorato :-)

bye,
MS

Note:
[1] -> con anziani intendo irrispettosamente pigri in senso cerebrale, cio' e' solo parzialmente correlato all'eta'

F®Ømß°£ ha detto...

Buondì,

aggiungerei che il risalto dato da media e avversari politici al possibile ritorno di B ha certamente fatto il gioco del peggior presidente del consiglio degli ultimi 150 anni.

Gente come Mentana e i suoi simili non vedeva l'ora di poter rispolverare le solite frasi e impigrirsi di nuovo nella routine.

È pretendere troppo che alla dichiarazione "Torno in campo e ci chiameremo Forza Italia" si rispondesse con un pernacchio, ma i fiunmi di inchiostro su questo tema si sono veramente sprecati, con il risultato di riportare sulla cresta dell'onda il Pessimo.

Aggiungo che è lapalissiano che l'affidabilità del Paese (e quindi il mitico spread) risentano della agghiacciante prospettiva. Si può discutere se sia moralmente o razionalmente giusto, ma è un fatto che questa prospettiva sia vista malissimo dagli ineffabili mercati.

Il risalto dato alla notizia è quindi una causa concreta di danno per il Paese.

Sull'opposizione concordo con Paolo che sia necessaria una vera proposta alternativa, so però benissimo che difficilmente essa arriverà, per la consueta assenza nei fatti di persone all'altezza.

Temo anche che l'idea per cui Monti il malvagio è arrivato per colpa di B sia fallimentare.

Agghiacciamoci tutti nell'amarezza.

Saluti

T.