Incapaci di intendere e volere

Buongiorno,

dopo che mi aveva dato del coglione mi è difficile offendermi e prenderla sul personale.

Minus Habens
Ma a quelli che lo votano e si sono sentiti dire che il referendum sul nucleare non si fa, in attesa che proprio loro si dimentichino di Fukushima, perchè se no l'esito sarebbe stato scontato (ed invece si andrà avanti per la strada già definita, cancellando gli atti legislativi ma non i protocolli avviati), non viene il vago sospetto di essere trattati da minus habens dal loro adorato Premier Silvio Berlusconi? 
  

Ah, mi scusino i suoi elettori, minus habens significa dotati di poco cervello: lo dico così, per essere sicuro che abbiano una possibilità di capire.
 
Italia: Tié!
Con buona pace dei liberali che credono nell'importanza e nella centralità della democrazia e del voto popolare solo quando presentano liste falsificate e fuori tempo massimo abbiamo avuto la certificazione ufficiale al massimo livello del fatto che l'eliminazione delle norme che avevano avviato il nuovo programa nucleare italiano non hanno nulla a che vedere con l'interruzione del programma stesso. Per essere sicuri che le parole del ministro Paolo Romani, che già anticipavano questa strada nei giorni scorsi (vedete l'update),  non fossero state equivocate.

Ma una volta il discrimine tra la democrazia e la dittatura non era la possibilità di votare? E oggi quando te la tolgono cos'è? Una democrazia limitata, nello stile dell'amico Putin?

Ciao

Paolo
O una Democrazia Cinese?

5 commenti:

francesco.caroselli ha detto...

Eh si questi sono bravissimi a riempirsi la bocca "volere del popolo" ma poi quando il popolo non è d'accordo con loro lo ignorano.
Cosi è molto facile fare politica quando nessuno dei Tg nazionali fa notare quest'enorme contraddizione...
poi non possiamo sperare in Ferrara...lui è troppo impegnato a chiedere il carcere per Ingroia.

Michele Reccanello ha detto...

Ottimo Paolo e ottimo FC

hanno fatto un sacco di polemiche quando è nato FLI perchè erano stati eletti con il PDL e quindi questi dilettanti allo sbaraglio ricordavano a Fini che la volonta popolare era stata tradita. Poi se la volontà popolare si manifesta attraverso i referendum chi se ne frega: Ghe pensi mi!

Charles ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Charles ha detto...

Ciao a tutti,
Michele, secondo me, la volonta' popolare, cosi come il referendum sono centrali per la democrazia. Quindi trovo azzeccato il tuo paragone.
Io credo che riguardo a questi due temi, il pd dovrebbe proporre una legge elettorale nuova che metta fine a queste deleggittimazioni continue, e un referendum che impedisca i trucchetti e le furbate (anti-democratiche).
NOn possiamo pensare che una regola fatta male (non dico teoricamnte sbagliata ma dico praticamente inadeguata) produca atteggiamenti virtuosi da parte di chi, sulle questioni, ha interessi seri
(cioe' non basati esclusivamente su ideologie o paure), come per esempio il sostegno politico di investitori o della chiesa, per non parlare poi della sempre verde corruzione.
Una cassaforte piena di denari, non custodita, non dura niente neppure in Svizzera.
Riguardo al linguaggio di B., verso i suoi elettori, e' evidente che finora ha funzionato. Il "Perche?" non lo so, ma direi che ora potremmo cominciare ad andare oltre la propaganda avversa, visto che non e' diretta a noi e cercare di capire che lingua parla il Pd :)

Sandro59 ha detto...

Per i tifosi di...insomma, quello là, non c'è problema. Anzi, è stato bravissimo:

[cesare1 scrive:
26 aprile 2011 alle 20:21
...E’ questa la cosa veramente spaventosa: la paura “del cazzo” che rende tutti scemi e porta a rifiutare una fonte energetica indispensabile ed enormemente SICURA. Menomale che, in questa ottica, Silvio ha pensato bene di far saltare il referendum…mi ero preoccupato che si fosse rincoglionito, invece oggi ha spiegato che le cose stanno come supponevo io, visto Carlo? Te l’ho detto, se molla davvero il nucleare io non l’appoggio piu’: forse legge qua…]

(Dal blog di Paolo Guzzanti, una vera miniera di "umanità varia ed eventuale"):
http://www.paologuzzanti.it/?p=1722#comments