Chiedo umilmente scusa

Buongiorno,

Il ministro è quello a destra
oggi devo chiedere umilmente scusa al nostro ministro degli esteri Franco Frattini, che in altre occasioni avevo sfottuto e tacciato di incapacità ed inconsistenza. 

E gli chiedo scusa malgrado si stia dimostrando effettivamente incapace ed inconsistente: ciononostante io ho sbagliato. Frattini non si meritava le mie ironie, nè i miei sarcasmi nemmeno tanto velati.

Cosa mi ha fatto cambiare idea? Beh, una considerazione in realtà ovvia, e cioè il fatto che è tutto relativo, e che si è da poco concluso il summit Franco - Italiano durante il quale il Primo Ministro italiano Silvio Berlusconi ha incontrato il pari grado francese Sarkozy gestendo la politica estera italiana in prima persona.
Con quali risultati? E' presto detto:


1) Lactalis se ne sbatte dei provvedimenti che il governo italiano ha finto di mettere in piedi per tutelare l'italianità di Parmalat in un settore strategico per l'Italia come il latte (!) e fa coincidere con l'inizio del vertice l'annuncio di un'OPA totalitaria su Parmalat. Francia 1 - Italia 0.

2) Edison sostituisce il proprio AD italiano (Quadrino) con un Francese (Lescoer). Francia 2 - Italia 0.
 
3) L'Italia, che si appellava a Schengen per ottenere la libera circolazione dei rifugiati tunisini in tutta Europa, concorda con la Francia, che alla libera circolazione di costoro si oppone, che Schengen deve essere rivisto. Francia 3 - Italia 0.

4) Dopo aver cercato di stare fuori dal conflitto libico, l'Italia si accoda alla Francia ed aderisce ad iniziative militari più incisive, dichiarando che inizierà a bombardare lanciare razzi di estrema precisione. Francia 4 - Italia 0.

Per non parlare dei retroscena delle reazioni scomposte e delle urla di Sarkozy dietro le quinte, secondo quanto riferisce Maurizio Caprara.

Altri tempi, altri risultati
Non è che Silvio si è dimenticato di rammentare a Sarkozy le pretese di ius primae noctis sulle donne italiane? Perchè trovo strano che non gli si abbia concesso anche quello, già che c'eravamo, tanto, sberla più, sberla meno ormai chi avrebbe notato la differenza? Al punto che nessuno rimarca nemmeno fatti di minore importanza, come l'acquisizione della Day Ristoservice (una delle maggiori aziende italiane nel settore dei ticket) da parte di Cheque Dejeuner. Starete mica a guardare il capello.

Direi che dopo simili risultati dobbiamo sperare che per un po' nessuno inviti la Merkel in Italia, se no ci ritroveremmo l'Alfa regalata alla Opel, Tenaris assorbita da Thyssen Krupp, il progetto del gasdotto South Stream abbandonato, trasferite a caro prezzo in Italia le centrali nucleari tedesche obsolete e pericolose e chissà cos'altro.

Insomma, davanti a tanta disfatta (peraltro descritta come un incontro positivo), persino Frattini, che scia meglio di come faccia il ministro, brilla come il sole d'agosto, e di questo bisogna onestamente rendergli atto. Almeno adesso che la neve si è sciolta..

Ciao

Paolo
Je me souvien...

3 commenti:

Michele Reccanello ha detto...

Caro Paolo,
Perfette le tue considerazioni. E la lega, anche se lo fa per la questione immigrazione, ha ragione di arrabbiarsi e di fargli la guerra al premier. Si è letteralmente messo a 90 gradi davanti Sarkozy. Poi dice che i culattoni non gli piacciono...

Mi spiace solo che del post di ieri avevo fatto un bel commento (e ben argomentato) che purtroppo è andato perduto a causa dei soliti problemi della piattaforma blogger.
Non è che magari puoi controllare se è stato scambiato come spam e recuperarlo?

PaoloVE ha detto...

@ MR:

Purtroppo non è nello spam.

Avevo avuto anch'io qualche problema con i commenti anche ai tempi dell'antizanzara. Avevo preso l'abitudine di cautelarmi scrivendo i commenti su un file di testo e facendo un copia e incolla dopo.

Se non andava ripostavo dopo qualche minuto...

Purtroppo non riesco a fare nè a suggerire di meglio...

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

purtroppo io non ho questa buona abitudine.
Ciao.