Good bye Joseph

Buongiorno,

non avendo idee degne di un post, mi nascondo dietro alla notizia del giorno, l'annuncio delle inusuali dimissioni del Papa, notizia che proviene da un ambito in cui sono sommamente ignorante e quindi impossibilitato al commento e pertanto giustificato nella mia attuale latitanza.

Abbiate pazienza (e godetevi la neve)..

Ciao

Paolo

P.S. Qualcuno ha una qualche idea di quale significato mistico e confuico abbia il particolare momento dell'abdicazione?

4 commenti:

F®Ømß°£ ha detto...

Hai un mio post nella mail. Per domani se vuoi.

Ringraziamo il Papa per averci privato della campagna elettorale.

Abbiamo inoltre dimostrazione che i giornalisti non sono strettamente pagati, ma che molti di loro sono solo organismi poco evoluti, dotati più di riflessi che di reale capacità cerebrale.

Alla notizia delle dimissioni sono fioccate le dirette, gli speciali, sono diventati tutti vaticanisti del lunedì, abbiamo scoperto le parole "ecclesiasticista" e "petrino" e ci hanno fatto persino sentire l'annuncio in latino.

Sono seguiti poi gli eccitanti resoconti autoreferenziali su come è arrivata la notizia, intervista alla giornalista ansa che aveva paura di non aver capito il latino e a cui tremavano le gambe. Interessante sapere come abbiano dovuto modificare i palinsesti e momenti di sincera sorpresa su come la notizia abbia fatto il giro del mondo in pochi secondi, davvero sorprendente nel 2013!

Non è mancata l'intervista all'uomo della strada, sono invece mancate le reazioni su twitter, dal momento che erano tutte del tenore di "Non ho più la forza disse il Papa salendo sulla Morte Nera" o "Non regge la pressione come un Luis Enrique qualsiasi".

Secondo la consueta gerarchia che Prevede la trinità Papa - Sanremo - Calcio, negli ultimi scampoli del notiziario abbiamo sentito l'opinione di Fazio e della Littizzetto, il primo curiale come sempre, la seconda che dimostra di essere in grado di evitare riferimenti sessuali o scatologici se si impegna. Infine sono state riportate le importanti osservazioni di Buffon e Conte da Glasgow. Senza le quali non avrei dormito tranquillo.

La cosa piacevole è che adesso per tornare in prima pagina Grillo deve mandare affa il Papa e il suo concorrente dovrà candidare se stesso o Balotelli al soglio pontificio.

Grazie Joseph! Tempismo perfetto!

Saluti

Tommaso miscredente

B ha detto...

PErchè il 28/2? Altrimenti non matura il minimo di giorni per il vitalizio ;-)

Michele Reccanello ha detto...

@T
della campagna elettorale lo ricordavo anche io
http://pazzoperrepubblica.blogspot.it/2013/02/dimissioni.html
Ne ho approfittato per far circolare la foto papale che hai postato su FB con quel tuo divertente commento sulla morte nera ;-)

F®Ømß°£ ha detto...

Il Papa lascia il 28.

Per la Juve il 30.

:-D