Ne abbiamo perso un altro...

Buongiorno

Francesco Giavazzi
"Silvio Berlusconi ha un'ultima chance per salvare se stesso, il suo governo, e non ultimo questo sfortunato Paese. Egli è stato un imprenditore che nella sua vita ha saputo cogliere grandi successi. Dia prova di saper affrontare questa nuova emergenza. È in grado, se lo vuole, di prendere in mano il timone della politica economica. Lasci perdere leggi e leggine ad personam. Pensi al Paese."

Quando certe cose le scrive qualcuno su Libero o su il Giornale sai che c'è un perché. Non sono capaci di scrivere altro.
 
Ma quando a scrivere queste cose è Francesco Giavazzi sul Corriere, credo ci si debba chiedere quale film stia vedendo (e ci stia riproponendo) il più importante quotidiano italiano. Perchè vorrei che Giavazzi indicasse una prova significativa della capacità che vede in Berlusconi di gestire il Paese al di là degli interessi personali. Perchè sul canale dove sono sintonizzato io non ve n'era traccia alcuna.

Ciao

Paolo

7 commenti:

B ha detto...

La logica è sempre la medesima, ritrita asserzione per cui, siccome SB ha avuto successo imprenditoriale, allora deve NECESSARIAMENTE essere in grado di far funzionare bene un Paese.
Notoriamente il successo di Berlusconi è stato ottenuto con metodiche prive di ombre e un Paese = un'azienda molto grande.

Michele Reccanello ha detto...

Ciao Paolo,

Non ti offendere, ma leggendo i commenti di risposta al Giavazzi, pare che il tuo post sia un pò ripetitivo...

D'altra parte con i Galli della Loggia, Romano, Battista, non è che vai molto lontano, per anni quel giornale ha voluto fare "il terzista" e quindi per non contrariare troppo B & Co hanno spacciato "giravolte spaziali" come quella che segnalavi per oro colato.

Non c'è da meravigliarsi se persino Giampaolo Pansa riesce, nel suo ultimo libro "Carta straccia. Il potere inutile dei giornalisti italiani" a parlare bene de "il Fatto Quotidiano" che è l'unico giornale che si permette di non guardare in faccia a nessuno. Quello che appunto non fa (da anni) il CDS.

PaoloVE ha detto...

@ MR:

non mi offendo: è stato un po' come leggere un articolo di Pansa: mi è venuto subito da caricare a testa bassa soffiando dalle froge, senza leggere i commenti :-)

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

Caro Paolo,

lo sai che su Pansa anch'io parto a testa bassa e carico. Però.

Però mi è capitato in un autogrill domenica sera di sfogliare il libro che ho citato pensando di imbufalirmi, ma ad una sfogliata veloce, il libro mi sembrava assai interessante...

PS: Hai letto i commenti di risposta all'articolo di Giavazzi? Sono solo urla e fischi!

Michele Reccanello ha detto...

Grande Gramellini

Leva un Marin mettici un B. e il risultato non cambia!

PaoloVE ha detto...

@ MR:

"ma ad una sfogliata veloce, il libro mi sembrava assai interessante..."

Davvero? e chi glie lo ha scritto? :-)

Scherzo, ovviamente.

Credo che Giavazzi si meriti tutti i fischi del mondo per quel pezzo dell'articolo.

Se c'è una cosa che SB ha sistematicamente dimostrato nell'arco di quasi 20 anni è proprio di essere impossibilitato a governare senza incocciare in qualche conflitto di interessi o di opportunità...

E Giavazzi giacula dalle pagine del corriere.

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

buongiorno,

non so che politica adotti il sito de "il Corriere della Sera", ma stamattina controllando il numero di fischi e urli ricevuti dal Giavazzi ho notato che i commenti erano bloccati. E' arrivato anche al CDS il metodo Padania?