La bussola politica

Buongiorno,

Spaesato e confuso
nei giorni scorsi ho ascoltato con crescente disagio e spaesamento le notizie relative alla nuova manovra economica cui siamo costretti.

Abolizione di province, di comuni, blocco delle retribuzioni, taglio delle tredicesime, accorpamento delle festività, tassazione delle rendite, patrimoniale contributo di solidarietà: un confuso e rutilante tourbillon di proposte ed iniziative senza precedenti.

Talmente senza precedenti da lasciarmi per l’appunto spaesato e senza riferimenti e con la sensazione nemmeno tanto vaga che mancasse qualcosa.

Poi, a un certo punto, finalmente, ecco un raggio di luce, il solido riferimento di qualcosa cui siamo abituati, proprio quello che mancava.

La proposta di reiterare lo scudo fiscale.

Siamo in Italia, non poteva esserci manovra senza un premio per gli evasori. Almeno un piccolo condono ci deve essere. Non avete anche voi ritrovato i vostri riferimenti?

Ciao

Paolo

2 commenti:

spdlcu68 ha detto...

Ciao Paolo,

a volte si dice che in Italia abbiamo avuto il problema di governi che duravano troppo poco. Io , invece, credo che abbiamo avuto molti giri di valzer ma fondamentalmente un governo solo, cominciato ormai più di 70 anni fa - il più stabile d' Europa.
Non che abbia fatto tutto male - per merito o per fortuna o per contingenze sono stati anni di prosperità - ma ai settantenni non si può chiedere fantasia e certi mali come l' evasione sono stati talmente metabolizzati che sarà difficile uscirne senza soffrire. D' altra parte il passaggio(vero)dal vecchio al nuovo , non è mai stato indolore nella storia.

Luca del 63L

Michele Reccanello ha detto...

Caro Luca del 63L,
che dire della tua analisi?

... Tanto di cappello! La condivido al 100%.