Il nemico è a Porta a Porta

Buongiorno,

ulteriore post di Tommaso di cui ringrazio la verve creativa

fino a poco più di un mese fa il PDL era sull'orlo della frantumazione, i sondaggi lo davano dietro al M5S, si poteva trarre un sospiro di sollievo nel vedere archiviata l'esperienza più nefasta per il Paese negli ultimi trent'anni. 

Poi le primarie del PD sono finite, il Cavaliere ha tratto l'ovvia conclusione di rispolverare la solfa dei comunisti, il governo è caduto prima di quanto egli si aspettasse e ci siamo dovuti cuccare l'invasione televisiva. 

Prevedibile per quanto riguarda le sue reti, scandalosa in RAI.

Di nuovo prevedibile sulla stampa schierata dalla sua parte (la preferita dai pescivendoli) e anche sui finto-terzisti, ma a mio parere intollerabile sull'edizione online di Repubblica. 

Trovo che sia una vergogna assoluta oltre che una causa diretta della rinascita del PDL nei sondaggi la continua presenza dell'ex PdC tra le prime notizie, anche in giornali che sono tacciati di antiberlusconismo militante. 

Titolo da cinefili...
Talmente gongolano i - serie di aggettivi negativi a piacere - giornalisti nel poter ritornare a crogiolarsi pigramente nello strame del circo berlusconiano che non resistono a proporcelo in ogni occasione, il prezzemolo avvelenato!  

Il Milan vince tre partite? Merito della visita di B agli spogliatoi. 

È capodanno? Foto di B con la "fidanzata". 

Muore Spaventa? È "l'economista che sfidò B".  

 Uno dei pilastri delle vittorie berlusconiane è la complicità dei nostri pessimi giornalisti. È anche con loro che la furia popolare dovrebbe prendersela, non solo con la Casta che essi stessi contribuiscono a colpevolizzare. 

Saluti 

Tommaso

9 commenti:

F®Ømß°£ ha detto...

E naturalmente oggi, apriamo con le toghe femministe, la loro reazione, e le immagini del doppio cuscino in TV.

Tutto su Repubblica, pericoloso giornale scritto in cirillico!

Siccome al Corriere sono invece più vicini al Cavaliere, si premurano di informarci che gli è nata la settima nipotina.

Bah!

Saluti

T.

renzo ha detto...

Tommaso for President

Scherzi a parte, è due settimane che sono imbelvito sul fatto che i giornali OGNI santo giorno facciano da cassa di risonanza alle puttanate che OGNI giorno spara B.
Diciamo grazie al CdS, Rep. e FQ se l'Impresentabile sta salendo nei sondaggi.

F®Ømß°£ ha detto...

@renzo

a incazzarsi e criticare come faccio io ci vuole poco :-D, grazie cmq.

Nota che per il CdS e FQ trovare un modo per andare contro al PD è parte della ragione sociale. Per Repubblica non dovrebbe... eppure.

Ciao

T.

Michele Reccanello ha detto...

Trovo che sia una vergogna assoluta oltre che una causa diretta della rinascita del PDL nei sondaggi la continua presenza dell'ex PdC tra le prime notizie, anche in giornali che sono tacciati di antiberlusconismo militante.


Non sono d'accordo con il senso del post ovvero che la risalita del PdC dipende dal bombardamento mediatico. Perché per come la vedo io il problema non è il bombardamento, ma il fatto che una discreta parte degli elettori, nonostante le prove di inadeguatezza e oltre... fornite da B. in questi anni, stanno ritornando all'ovile dimostra solo una cosa: Che hanno dimenticato e non hanno capito un CA**O. E' solo colpa di gente così se siamo messi come siamo.

Cordiali Saluti

PS1 l'unico responso valido è quello dell'urna perché i sondaggi che ci presentano ormai giornalmente lasciano il tempo che trova. In particolare sarà da valutare, a urne chiuse, la percentuale dei votanti.

PS1 x Paolo: Dai un occhiata alla posta ti invio 2 fotocopie di articoli interessanti che parlano di un altro e diverso sistema elettorale. Lo invio anche a NUCS...

Michele Reccanello ha detto...

... a riprova di quanto sostenevo sopra:

nel 1994 B. è stato sperimentato troppo poco per avere un vaccino affidabile

dal 2001-2006 è stato sperimentato a sufficienza per trarre delle conclusioni da parte dell'elettorato.

Ciò non ha impedito che nel 2008 vincesse alla grande.

E se nel 2013 con un consenso dato dai sondaggi al 15%, nonostante tutti gli scandali. le risate internazionali, la scempiaggine dimostrata nel gestire il denaro pubblico. E' solo colpa di quel 15% che ancora, nonostante tutto, continua ad avere fiducia e non ha memoria del passato :-(

F®Ømß°£ ha detto...

@MR

esiste uno zoccolo duro che crede ancora a B. Nonostante tutto?

Lapalissiano*.

Fino a due mesi fa qual dove erano rappresentati nei sondaggi questi individui, dal momento che il PDL rischiava di vedere il suo consenso a una cifra?

Nel calderone degli astenuti.

Quando queste persone sono tornate a dichiarare il loro amore fideistico per il PDL?

Al ritorno in campo (e in televisione) di Berlusconi.

Saluti.

T.

* Ci sono persino ancora un sacco di leghisti dopo tutte le ruberie, i diamanti e la Tanzania.

Michele Reccanello ha detto...

@T
E' per questo che penso che il problema non sia la televisione, ma l'uso che si fa del proprio cervello. E da questo punto di vista siamo messi maluccio :-(

F®Ømß°£ ha detto...

@MR

credo che alla fine diciamo la stessa cosa.

Non c'è modo di impedire a chi non possieda dei requisiti minimi di cultura e capacità logiche di influenzare la vita del Paese, altrimenti non si ha più democrazia.

Ammesso quindi che esiste una fetta di popolazione più facilmente manipolabile, la televisione diventa un'arma decisiva.

Saluti

T.

Michele Reccanello ha detto...

@T
si. Fondamentalmente diciamo la stessa cosa. Solo che io accuso la scarsa intelligenza della gente, mentre tu dai la colpa alla televisione. Se un venditore ti dà una fregatura una volta, la seconda volta col cavolo... Invece qui si parla di amore viscerale di una consistente fetta elettorale nonostante le inc***te* che in questi anni si sono - e ci siamo - presi.

*Durante il governo 2001-2006 eravamo sotto natale, entrai in un negozio di dolcetti a Livorno, ero distante dal banco del negoziante, ma percepii queste parole rivolto alla moglie: "Nonostante che lo abbiamo votato ci siamo presi un inc***ta"