L'Italia vista da fuori: Svizzera

Buongiorno,

l'email di un caro amico ormai trasferitosi in Svizzera dopo un po' di vagabondaggi per motivi professionali (un bell'esempio esempio di cervello in fuga -R., se leggi non ti montare la testa e soprattutto non ridere, devo accreditarti in qualche modo, no?-, che anni addietro aveva anche provato a rientrare in Italia, ma, per sua fortuna, è portatore di un'alta professionalità tecnica, quindi qui in Italia non ne abbiamo bisogno) mi fornisce lo spunto per un aggiornamento del filone "L'italia vista da fuori".

Ringrazio, anonimizzo solo un po' e, tutto orgoglione, pubblico:

" Volevo condividere con voi due episodi che mi sono capitati sabato.

Propaganda elettorale della Lega Ticinese
indovinate un po' chi sono i sorci?
1 - Il sabato mattina la prima cosa che facciamo prima di andare a fare la spesa e` passare al centro di raccolta dei rifiuti per buttare via cartone, carta, vetro, batterie, metallo, sughero... Ci sono cassonetti per la raccolta differenziata dappertutto, ma cosi` e` piu` pratico e moltissima gente sembra pensarla come noi. Trovo sempre sorprendente la quantita` di materiale che la gente ricicla. Sabato in particolare ho assistito a una scena che penso sia non replicabile in Italia per diversi motivi: arriva una Maserati (costo stimato 150.000 euro) dalla quale scende una coppia con qualche annetto piu` di noi, vestita in modo assolutamente semplice (jeans, polo...) che apre il bagagliaio dell'auto e comincia a scaricare cartone e vetro da riciclare. Non e` particolarmente strano qui in Svizzera vedere gente che fa la spesa in un superdiscount con un orologio da qualche decina di migliaia di franchi al polso o colla Mercedes AMG nel parcheggio. In Italia scene del genere sono assolutamente inconcepibili: non appena qualcuno ha due soldi diventa (con pochissime eccezioni) un cafone di portata planetaria  che crede di potersene strafottere di qualsiasi regola e di essere al di fuori della comunita` civile, con tutte le prevedibili conseguenze del caso.

Ruby? In Svizzera è una bella puledra...
2 - Il pomeriggio siamo andati a vedere una gara ippica ad ostacoli che hanno fatto a due passi da casa nostra. Xxxxxx e Yyyy (i due figli) sono rimasti naturalmente affascinati dai cavalli - e Yyyy anche dalla quantita` di cacca che fanno. Io ho notato un piccolo dettaglio che chiarisce bene come siamo visti qui in Svizzera. Un cavallo si chiamava Rouby (numero 49 della lista acclusa -che ho evidenziato e spero resti visibile-)... Ecco, lo avete capito anche voi. Non appena ho visto il nome sul tabellone ho pensato: "Adesso partono le battute su berlusca e Italia." Non mi sono sbagliato. Tutto attorno a noi si sentiva sghignazzare e gente che faceva il nome del nostro amatissimo PdC."

Credo che nessuna delle due situazioni richieda un commento. Forse solo il fatto che i cavalli fanno un sacco di cacca.Però se in qualche modo riuscissi a citare Dolph Lundgren aumenterei le letture ;-).

Ciao

Paolo
Potevo forse farvi mancare l'inno Svizzero? 

11 commenti:

Pale ha detto...

Un piccolo spaccato di vita civile (riclicare i rifiuti indipendentemente dal gonfiore del portafoglio) e di percezione dell'Italia dall'estero. Sad but true...

Pale

PS: Paolo, nascondendo la barra di Windows nell'immagine, avresti potuto anonimizzare un po' di piu' l'autore... adesso per esempio sappiamo che.... non usa Linux! :D

Roberto ha detto...

Beh, lo screenshot non viene dal mio computer... E dallo screenshot adesso potete anche capire dove abito.

Orco cane, adesso l'anonimato dove va a finire? ;-)

Roberto ha detto...

A proposito di cervelli in fuga. E` tutto vero quello che dice Paolo: il cervello mi e` fuggito ormai molti anni fa. E` stato visto l'ultima volta su una spiaggia delle Seychelles in compagnia di una milza molto avvenente.

F®Ømß°£ ha detto...

Roberto degno amico di Paolo, benvenuto e beato te che stai in Svizzera a guadagnare il triplo di chi ha fallito tale balzo.

Tommaso invidioso

PaoloVE ha detto...

@ Roberto:

e io che avevo cercato di accreditarti come una persona seria...

Dai, smentisci anche il fatto di essere astemio, adesso! :-)

Ciao

Paolo

Roberto ha detto...

Dai, smentisci anche il fatto di essere astemio, adesso!

Paolo, con tutto che ci conosciamo da una vita, non ti permetto di offendermi cosi!

Astemio! Io!?!

PaoloVE ha detto...

@ Roberto:

e che non ti ho dato del vegano...

@ tutti gli altri:

sopportateci un attimo: il nostro è l'allegro sodalizio di una vita. Come diceva qualcuno quasi un sodomizio...

:-)

Ciao

Paolo

PaoloVE ha detto...

P.S.: ho avuto una indiscrezione dal mondo dell'ippica: si dice che Rouby sia la nipote di Varenne, quindi a fine gara è stata subito portata alla monta.

:-)

Ciao

Paolo

Roberto ha detto...

Il cavaliere di Rouby e` stato squalificato: invece che affrontare gli ostacoli, li faceva smontare dai suoi tirapiedi.

Clem ha detto...

Mi è esploso il cervello al numero di giochi di parole che si possono fare su una CAVALLA di nome Rouby. Eccezionale. Troppe opportunità in una volta sola.
Mi ha fatto ridere l'inciso sulla cacca. La cacca fa sempre ridere.
(Dolph Lundgren)

Michele Reccanello ha detto...

E' da ieri che mi faccio quattro (a pensarci bene non c' è molto da riderci però) risate ripensando a questo post e relativi commenti.

A proposito di sodomizio e Rouby, vien solo da piangere.