Trombonate verdi vengono al pettine...

Buongiorno,

è raro che io abbia delle granitiche certezze, ma sul fatto che i proclami salviniani che annunciavano entro settembre una sua visita in Nigeria per insegnare ai locali come fare a sconfiggere Boko Haram a far crescere quel Paese fossero evidenti spropositi avevo pochi dubbi, al punto di riservarmi, nella chiusa del post, di tornare sull'argomento a tempo debito, cioè adesso.

Cosa che faccio, perchè mi piace vincere facile.

Come si dice in lumbard? baùscia?

Come sempre, il problema non è l'esistenza di qualche bipede molesto, ma il fatto che le molestie paiono essere uno dei migliori motivi per rendere qualcuno destinatario di congrue quantità di voti, come troppi sindaci veneti passati e presenti (la scelta è ampia, da Gentilini, ex sindaco di Treviso, a Bitonci, ex sindaco di Cittadella ed attuale sindaco trasfertista di Padova, sfiorando Brugnaro, sindaco di Venezia) sembrano voler dimostrare.

Ciao

Paolo

4 commenti:

Michele Reccanello ha detto...

Ciao,
Sul link di Brugnato che recita "mai un gay pride nella mia Vicenza" (non ho letto l'articolo): Come se la città fosse solo sua e altri, quelli che non la pensano come lui, non avessero diritto di cittadinanza :-(

Saluti

PaoloVE ha detto...

...devo ammettere che non mi aspettavo che la notizia del flop della trombonata sarebbe stata ripresa così diffusamente dai media: normalmente su queste cose i nostri stimatissimi giornalisti dimostrano di avere la memoria del pesce rosso.

Magari il tutto è stato solo un autogol di Salvini, che ha per primo segnalato la cosa cercando di darne la colpa all'ambasciata nigeriana. Magari un giornalista avrebbe potuto verificare SE e quando sia eventualmente stata presentata richiesta di un visto, SE eventualmente fosse ricevibile, etc. etc.

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

@Paolo
Quando ho appreso dello sbaglio la mia prima reazione è stato uno sbadiglio. Poi mi sono ricordato di Troisi: "mo' me lo segno".
La maggior parte delle persone (credo) ha impegni quotidiani più importanti e pressanti per stare dietro alle felpe e alle cazzate che escono fuori dalla bocca di Salvini.

Saluti

Michele Reccanello ha detto...

Errata corrige:

Quando ho appreso della cosa la mia prima reazione è stato uno sbadiglio.