Legittimo impedimento

Buongiorno,

oggi purtroppo non ho tempo / energie: invoco pertanto il legittimo impedimento e mi astengo dal post quotidiano.

Se volete mandatemi la visita fiscale.

Faccio solo notare che, dopo lo scontro diretto col Napoli ed il ritorno di Champions, la Juve è a +9 dalla prima inseguitrice (quella che un paio di settimane fa sembrava essere più in forma) ed ammessa ai quarti di Champions.

Così, solo per chiedere, cos'ha fatto l'Inter? Oh!, mi spiace, non sapevo.

Non è che l'anno prossimo vedremo Zeman in nerazzurro, visto che il boemo si è liberato anzitempo?

:-)

Ciao Ciucelloni

Paolo

10 commenti:

PaoloVE ha detto...

...e si che il Napoli stava letteralmente sgomitando (ogni riferimento ed allusione alla mancata espulsione di Cavani è voluta, anche se tardiva) per risalire in classifica...

Ciao

Paolo

mariolino ha detto...

Vaff.... Paolo, che ce ne frega della Juve? Stai diventando pigro! E sì che le energie non dovrebbero mancarti visto che sei giovane e magari anche bello!!!!

Legittimo impedimento!
Ce ne sarebbero tante cose da dire...
La "marcia delle Libertà" del PDL davanti al tribunale di Milano..
La salita al Colle del servo Alfano...
Invece del rammarico per un immediato cambiamento del clima politico, fossi stato in Napolitano avrei mandato a cagare, ripeto, a cagare, la delegazione del PDL.
Un po' di grillismo in più sarebbe auspicabile per fare un po' di chiarezza.
Basta con un colpo al cerchio e uno alla botte!!!
Parliamo in maniera diretta, senza infingimenti e pudori!
Evviva la franchezza.
Ciao
Mario

renzo ha detto...

@ Mario

Standing ovation

Davanti al tribunale ieri c'erano tutti, TUTTI. Alfano, Capezzone, Cicchitto, Gasparri, Santanchè, Brunetta... occasione persa. :)

PaoloVE ha detto...

@ mariolino:

in effetti sono bellissimo :-)

Onestamente credo che sulla situazione giudiziaria di SB, ormai, ci sia poco da dire e niente che non sia scontato.

Il tifo degli elettori su entrambi i fronti è ben schierato, mi spiace che coinvolga anche una parte politica (il PD, a torto o ragione -secondo me a ragione- , ha evidentemente fatto n passo indietro).

Mi sarebbe piaciuto molto se il canto dell'Inno di Mameli dei supporter di SB fosse stato subissato da quello più forte e numeroso delle toghe.

Ciao

Paolo

F®Ømß°£ ha detto...

Buondì,

Il desiderio di fanculizzare Alfano, Scilipoti e Santanché sarebbe forte.

Non credo comunque che se il Presidente della Repubblica sbracasse, sarebbe necessariamente un bel segno. Di grillismo ce n'è anche troppo e lo stile del miliardario vecchio si discosta poco da quello dei peggiori forzaleghisti.

Detto ciò FORZA JUVE! :-D

Saluti

T.

Michele Reccanello ha detto...

Mi sarebbe piaciuto molto se il canto dell'Inno di Mameli dei supporter di SB fosse stato subissato da quello più forte e numeroso delle toghe.

... con l'aggiunta di un folto gruppo di Milanesi che cantavano "Bella Ciao"

PaoloVE ha detto...

@ MR:

anche senza. Per alcuni quella è un simbolo di parte. L'Inno di Mamenli è di tutta la nazione.

Ciao

Paolo

mariolino ha detto...

A differenza di Tommaso, credo che il Presidente della Repubblica dovrebbe sbracare un po' di più. Sbracava Pertini ed era amatissimo. Sbracare non vuol dire insultare ma esprimersi in maniera chiara e non sempre sibillina. Tutto il mondo sa, ad eccezione dei 8.500.000 italiani che l'hanno ancora votato (su cui non mi pronuncio per carità di patria) che Berlusconi è un Caimano. Lo sa anche Napolitano e dovrebbe dirlo inequivocabilmente.
Comunque ormai Re Silvio ha perso lo scettro e quest'anno morirà politicamente. Il PDL sparirà ma il PD non ci guadagnerà nulla perchè ha troppo traccheggiato. Attenzione a Grillo perchè lui, sbracando in continuazione, ha ottenuto i consensi che sappiamo. La prossima volta sarà ancora più forte. Ormai non se ne può più della gente che dice e non dice.

mariolino ha detto...

Guardate un po' cos'ho trovato nel blog di Santalmassi..

"Sipario per la seconda repubblica
13 marzo 2013
di Domenico Cacopardo
Il 15 marzo, con l’insediamento dei nuovi deputati e dei nuovi senatori, la storia italiana subirà un’altra, attesa virata: le protezioni istituzionali che sin qui hanno permesso a Silvio Berlusconi di essere parlamentare verranno meno. Dal 15 marzo, infatti, la Giunta per le elezioni e immunità parlamentari del Senato potrà dichiarare –e dichiarerà- la sua ineleggibilità ex art. 10 della legge 30.3.1957, n. 361. E la medesima Giunta potrà autorizzare –e autorizzerà- il suo arresto (se non è già decaduto) su richiesta della magistratura napoletana per il pericolo di una reiterazione del reato di corruzione (caso Di Gregorio). La paura fa 90 e conduce, oggi, al San Raffaele, domani nei Caraibi o a casa Putin. Con l’uscita di scena del cavaliere mascarato (nel senso di Mascara) la parola “Fine” apparirà sui titoli di coda della Seconda Repubblica. Senza illusioni, aspetteremo la Terza."

Michele Reccanello ha detto...

per alcuni simbolo di parte...

Si, un canto dei partigiani... più di parte di così. Dalla parte della giustizia e della libertà.

E' da ricordar a quei dementi che i partigiani non erano solo komunisti, ma di gente che proveniva anche dal partito d'azione, gente che si rendeva conto che dire destra era qualcosa di vomitevole grazie al fascismo, cosi come oggi lo è grazie a Berlusconi.