Se gli atti fossero fondati penso proprio di sì

Buongiorno,

il titolo riprende la risposta di un politico di rilievo (?) del PD, Maurizio Migliavacca, alla domanda postagli da un giornalista -non ho capito bene se di Sky o di Panorama- circa l'ipotetica possibilità che il PD possa votare per l'arresto di Silvio Berlusconi, ipotesi per ora inesistente, dato che non risulta esistere alcuna richiesta in tal senso da parte della magistratura.

Per quanto seccante sia dover parlare sempre e solo dei problemi giudiziari dell'ex Primo Ministro, in situazioni che richiederebbero attenzioni su ben altre cose (l'altro ieri la Banca d'Italia non è riuscita a collocare tutti i BTP che avrebbe voluto causa richiesta di interessi troppo elevati, per citare solo l'ultimo problema emerso...) pare che ancora una volta questi continuino ad essere IL motivo dell' impossibilità di giungere ad un governo di salvezza nazionale decente.

Infatti davanti ad una risposta secondo me scontata e di buonsenso la reazione del PdL é al limite dell'isteria.


Premesso che gli è stata posta la domanda, mi chiedo cosa avrebbe dovuto rispondere Migliavacca secondo costoro perchè non vi fosse la presunzione di un truculento attacco politico giustizialista. 

Sarebbe bastato un "Mi avvalgo della facoltà di non rispondere"? Immagino di no, e direi anche giustamente: sarebbe stata una risposta ipocrita e non trasparente.

Sarebbe forse andato bene un "Voterò comunque contro"? Probabilmente sarebbe stata considerata una dichiarazione legata al comportamento personale, troppo poco impegnativa per il partito.

Sarebbe stato necessario un formale "Mi impegno anche a nome del PD a non concedere l'autorizzazione all'arresto nemmeno nell'ipotesi ci siano sottoposte prove schiaccianti di responsabilità in reati gravi"? Ecco, immagino che una simile dichiarazione, sottoscritta in triplice copia e carta bollata sarebbe stata considerata accettabile dal PdL.

Mi pare che le reazioni alla risposta di Migliavacca siano la certificazione del permanere dell'anomalia del fattore B e della ferma volontà della destra di mantenerla in piedi il più possibile. 

Nessuno a destra avrebbe avuto reazioni analoghe se non ci fosse di mezzo SB, prova ne sia che quando si trattò di autorizzare l'arresto di Lusi il comportamento di PdL e Lega fu tale da garantire il numero legale da un lato ma non il peso dei loro voti (la Lega restò in Aula, il PdL rimase fuori), permettendo che l'autorizzazione passasse grazie ai voti del PD. 

Quindi, se il problema non è l'autorizzazione all'arresto in sè, nè sulla base di cosa questa possa essere concessa, rimane CHI si autorizza ad arrestare.

Mi pare che questo debba essere il motivo per il quale, permanendo questa situazione, sia necessario per il PD continuare a cercare un accordo di governo con il M5S: pur apprezzando sempre meno con il passare del tempo le loro posizioni e la loro chiusura intransigente ad ogni forma di mediazione, rimangono gli unici a lasciare aperta qualche prospettiva che possa permettere di operare al di fuori di un sistema anomalo e bloccato da un interesse personale imposto ad un intero Paese.

Ciao

Paolo

P.S. Le mie sentite congratulazioni a Papa Diego Armando Primero Francesco I per l'elezione. Se quando avrà un attimo ci volesse prestare orecchio sull'IMU...

8 commenti:

F®Ømß°£ ha detto...

Buondì,

grazie al frastuono dei media è invalsa l'idea che B sia perseguitato.

Poi si condanna l'antiberlusconismo come se fosse una malattia. Senza mai fare i conti con la sua causa.

Saluti

T.

B ha detto...

Adoro le analisi come questa.
E' per evitare che se ne facessero che uno come Enzo Biagi fu allontanato malamente dalla TV, dove ogni sera, con pacatezza simile a quella che usa Paolo, spiegava i fatti mettendoli uno dietro l'altro.

PaoloVE ha detto...

@B:

secondo te, un commento come il tuo sta meglio in una cornice semplice (liscia e bianca o magari acciaio) o è meglio qualcosa di dorato, impotante ed un po' barocco?

:-)

Ciao

Paolo

F®Ømß°£ ha detto...

Dimenticavo:

Marcello Veneziani* ogni mattina a Prima Pagina usa la parola mattanza per riferirsi ai processi di Berlusconi.

Meno male che è venerdì.

Saluti

T.

*Quello che è "l'intellettuale di destra", un po' come Ferrara è "intelligentissimo" e Ligabue è il "rocker emiliano"

PaoloVE ha detto...

@T:

Ehy!

giù quelle sordide zampacce dal Liga!

O capito che dopo che sono stato vagamente accostato a Biagi è possibile accostare Hitler a Michael Jordan, però, cacchio mettere Ligabue a fianco a Veneziani...

Che poi questa cosa degli intellettuali di destra non l'ho mai capita: gente come G.B. Guerri, Buttafuoco hanno qualcosa da dire, ma gli preferiscono Ferrara e Veneziani...

Ciao

Paolo

PaoloVE ha detto...

"O capito"...

Standing ovation

Michele Reccanello ha detto...

Io non ho capito, quindi giu le zampacce dal Liga. Ce ne fussero di più di personaggi in giro così!

@Paolo poi mi spieghi che hai capito ...

PaoloVE ha detto...

@ MR:
mi facevo i meritati complimenti per aver scritto O capito senza l'H...

Ciao

Paolo