Frenata Juve!

Buongiorno,

Complimenti all'Inter per la partita di sabato.

Gli interisti non si montino la testa: ho saputo da fonte degna di fede (!?!) che nell'intervallo della partita l'allenatore della Juve, visto che il gol dell'1-0 era stato segnato in fuorigioco e che i punti di vantaggio sulla seconda erano sufficienti a non essere superati in vetta, ha dato precise istruzioni ai giocatori bianconeri di farsi battere ampiamente nel secondo tempo per evitare che Moratti ed i suoi fedelissimi ci scartavetrassero prostata e maroni e ci offendessero timpani ed intelligenza sino al settimo millennio con le loro lamentazioni polemiche. :-)


Purtroppo l'allenatore juventino ha peccato di eccessivo ottimismo: ad ulteriore conferma che gli interisti, oltre a non saper perdere, non sanno nemmeno vincere, si segnalano le dichiarazioni polemiche dell'allenatore dell'Inter nel dopogara che, non avendo capito niente di quanto successo, si scaglia contro le presunte sciocche ironie di Marotta. 

L'ingratitudine regna sovrana.:-)

Ciao Ciucelloni!

Paolo

P.S. Spero che il mio sovrascritto sproloquio non sia motivo sufficiente per costringere l'intera Juve a dimostrare la propria innocenza in regime di presunzione di colpevolezza, con il rischio che vadano tutti a far compagnia a Conte. :-)

8 commenti:

F®Ømß°£ ha detto...

Ti prego non scrivere più della Juve :-D

E meno male che abbiam perso, sì.

Saluti

Tommaso

PS: L'antiinterismo è un dovere morale!

PaoloVE ha detto...

@ Tommaso:

"Ti prego non scrivere più della Juve :-D"

In effetti sta settimana si gioca in Coppa..., c'è poco da ridere :-(

"L'antiinterismo è un dovere morale"

Io non sono antiinterista, anzi, se l'Inter non ci fosse dovrebbero inventarla.

Che vinca o che perda riesce sempre ad essere ridicola ed un bel sorriso ti migliora sempre la giornata :-)

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

L'antiinterismo è un dovere morale

Detta da uno juventino questa è una cazzata. Almeno io me lo posso permettere - e quella battuta vale anche per la Juve e compagnia palleggiante- perché ritengo il mondo del calcio una metafora del paese: l'Italia l'è malada. Perciò non vale la pena stare a fare i coretti su un blog come se si fosse allo stadio.

PaoloVE ha detto...

@MR:

"Detta da uno juventino questa è una cazzata"

Probabilmente è vero, e probabilmente lo sarebbe anche detta da altri e contro altri, ma, in fondo, questo è uno di quei post in cui si scherza sul calcio, mica su cose serie...

Ciao

Paolo

F®Ømß°£ ha detto...

@MR

si sta a scherzà. Non te la prendere :-D

T.

F®Ømß°£ ha detto...

Ma siccome oggi sono in vena di flame invito a trovare l'autore di questa dichiarazione.

Secondo me è qualificante:

«Sono tifoso dell’Inter, noi siamo la squadra della legalità mentre la Juve rivendica un trentesimo scudetto che gli è stato giustamente cancellato»

Saluti

T.

PaoloVE ha detto...

@ T.:

e io che lo difesi in altro blog dall'accusa di aver rilasciato una intervista da ciucco!

Ciao

Paolo

F®Ømß°£ ha detto...

@Paolo

si spera fosse ciucco. Perché se si prende una squadra di calcio come modello di legalità, siamo messi molto male.

E si capisce che in fondo si è convinti che tutto sia una questione di tifo.

Tommaso che non ama gli idoli